La sigillatura

Comments: 0 | settembre 18th, 2016

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

La sigillatura dei denti è un’arma che è andata ad aggiungersi a tutti i vari strumenti di cui si dispone per mantenere la salute dentale ai massimi livelliRaccomandata dalle Linee Guida Nazionali per la Promozione della Salute Orale e la Prevenzione delle Patologie Orali in Età Evolutiva (Ministero della Salute; Novembre 2013) a tutti i bambini (anche a chi non ha mai avuto carie) a partire dai 6-7 anni di età. Le superfici masticatorie (occlusali) dei molari permanenti hanno profondi solchi al cui interno può infiltrarsi e rimanere intrappolata la placca batterica. Queste aree, quindi, sono fortemente esposte al rischio di carie anche quando viene attuata una corretta igiene orale. L’applicazione dei sigillanti, all’interno dei solchi del primo e secondo molare permanente, ha proprio lo scopo di prevenire la carie su queste superfici occlusalisigillature

Diversi sono i “pro” delle sigillature:

  • un bimbo di 6-7 anni, se non aiutato, fatica a pulire correttamente i molari perchè hanno una posizione molto arretrata. Un ragazzo di 12-13 anni, in piena fase pre-adolescenziale, il più delle volte risulta poco motivato nell’igiene dentale domiciliare. L’applicazione delle sigillature permette una più semplice detersione di questi denti la cui superficie, resa più liscia, tratterrà meno residui alimentari e batteri riducendo così il rischio di carie;
  • le sigillature si eseguono in modo semplice e veloce, sono atraumatiche e non richiedono l’uso di anestesie. Questo favorisce l’instaurarsi di un rapporto di fiducia tra dentista e bambino;
  • i materiali usati non “macchiano” i denti e non rilasciano sostanze potenzialmente pericolose nel cavo orale, anzi, liberando fluoro, aiutano a proteggere i denti dalla carie.

Non esistendo veri e propri “contro”, è bene semplicemente rispettare alcune indicazioni riguardo alle sigillature:

  • vanno applicate sul dente sano e sono tanto più efficaci quanto più precocemente sono effettuate, meglio entro i due anni dalla comparsa del dente;
  • devono essere ben eseguite: l’efficacia dei sigillanti dipende strettamente da una corretta e scrupolosa tecnica di applicazione;
  • non sostituiscono una corretta igiene orale. Le sigillature, infatti, non devono dare un falso senso di sicurezza che porti il bambino a lavare meno i denti e ad andare meno dal dentista;
  • le sigillature pur avendo una durata di diversi anni, si usurano con il tempo, pertanto devono essere periodicamente controllate dal dentista (ogni 6-12 mesi).

L’American Association of Pediatric Dentistry ha recentemente pubblicato questo report che, sulla scorta di una scrupolosa revisione sistematica della letteratura, analizza i potenziali benefici dei sigillanti nella popolazione infantile. I risultati sono stati ampiamente favorevoli all’impiego dei sigillanti, avendo mostrato questa procedura una riduzione del 76% del rischio di carie, rispetto al gruppo controllo a cui non era stata eseguita alcuna tecnica preventiva.

In conclusione, è pertanto non solo corretto ma importantissimo eseguire le sigillature nei bimbi e ragazzi, al fine di promuovere il mantenimento della salute orale.

 

Dott.ssa Silvia Falaschini

studio odontoiatrico dott. Carlo Campanelli

via Baracca 4 Castelfidardo

c.so Carlo Alberto 184 Ancona